Welcome!

Welcome! - Michele Sorice

Michele Sorice
personal website


Democratic Innovations
Political Communication
Deliberative Democracy


This is my personal website.
Welcome and nice surfing!

Questo è il mio sito personale.
Benvenute/i e buona navigazione!


info@michelesorice.co.uk

About me

About me - Michele Sorice

I am Professor of Deliberative democracy and new technologies and of Political Sociology at LUISS University of Rome, where I am also director of the Centre for Media and Democratic Innovations “Massimo Baldini”.

I am Honorary Professor at University of Stirling, Scotland, UK.

I am also director of the Master in Open Government and Institutional Communication at LUISS School of Government.

I am member of: a) Media and Politics Group of the Political Studies Association (PSA) of the UK (advisory board); b) Participatory and Deliberative Democracy Specialists Group of the PSA; c) Democratic Innovations standing group of the ECPR; d) Political Communication standing group of the SISP (Italian Society for Political Science). I also direct an international think tank for the study of participatory and deliberative democracy and of democratic innovations.

I  have been teaching Media Sociology for 6 years at the University of Lugano, Switzerland, and I was Professor at the University of Rome la Sapienza, Italy. As Invited Professor, for 15 years I have been teaching Political Science at Gregorian University. I held lectures and conferences in some European Universities. My main research interests concern the following fields: a) democratic innovations; b) political communication; c) media and democracy; d) participatory and deliberative democracy; e) social and political participation; f) social movements and political parties.

____________
 


Sono docente di Democrazia deliberativa e nuove tecnologie e di Political Sociology al Dipartimento di Scienze Politiche della LUISS “Guido Carli”, dove dirigo il  Centre for Media and Democratic Innovations “Massimo Baldini”.  

Sono Honorary Professor alla University of Stirling, Scotland, UK.

Alla LUISS School of Government dirigo il Master in Open Government e Comunicazione Istituzionale (MACOM).

Sono membro dell'Advisory Board del Media and Politics Group della Political Studies Association of the UK; nella stessa associazione sono membro del Participatory and Deliberative Democracy Specialists Group; faccio inoltre parte di altre associazioni accademiche. Coordino un think tank internazionale per lo studio della democrazia partecipativa e deliberativa e dell'innovazione democratica.

Ho svolto attività di ricerca e insegnato all’Università di Roma “la Sapienza” e sono stato docente di Sociologia della comunicazione di massa all’Università della Svizzera italiana (USI) di Lugano. Per 15 anni ho insegnato Scienza Politica all'Università Gregoriana. Ho tenuto seminari e corsi in diverse università europee. Le mie principali attività di ricerca riguardano le seguenti aree: a) innovazione democratica; b) comuncazione politica; c) media e democrazia; d) democrazia partecipativa e deliberativa; e) forme della partecipazione sociale e politica; f) movimenti sociali e partiti politici.

 

 VCard

Highlights - In evidenza

Highlights - In evidenza - Michele Sorice

Media, politica, società: le tecniche di ricerca

 

Come si studiano i media e le politiche pubbliche? In che modo si analizzano i dati secondari? Come si fa un’intervista in profondità? Che cos’è l’approccio mixed methods? Il volume fornisce una guida pratica alla ricerca sui fenomeni sociali, politici e della comunicazione, con un taglio multidisciplinare e plurale. Gli autori non discutono la dimensione epistemologica o concettuale, ma illustrano gli strumenti di base per capire e usare le tecniche utili al ricercatore, al professionista chiamato a svolgere un lavoro di indagine sul campo e alle studentesse e agli studenti impegnati in ricerche empiriche nell’ambito della sociologia, della scienza politica e dei media studies.

Books

Books - Michele Sorice

Innovazione Democratica

 

Il concetto di “innovazione democratica” è ormai profondamente attestato in ambito internazionale. Questo, ovviamente, non significa che esista un’uniformità di definizioni e nemmeno che si sia affermata un’univocità di approcci di ricerca.

In Italia, il concetto di innovazione democratica ha fatto più fatica ad affermarsi, anche a causa di una sostanziale refrattarietà di certo mondo accademico rispetto a tutto ciò che viene percepito come “nuovo” (e quindi potenzialmente “pericoloso” per le dinamiche scientifiche consolidate) o che ha a che fare con l’innovazione (tendenza sociale considerata, a torto, di parte). Se, fortunatamente, sono sempre meno quelli che pensano che l’innovazione democratica sia una corrente di un partito o un processo meramente tecnologico, tuttavia non esiste un riconoscimento chiaro dell’ambito disciplinare. Il fatto, poi, che esso sia per sua natura ibrido e capace di intercettare a un tempo la scienza politica, la sociologia politica e della cultura, i media studies ed elementi del diritto pubblico non rappresenta – come dovrebbe essere – un elemento di legittimazione e forza della disciplina ma, al contrario, la sottopone alle critiche di chi è ancorato a una visione settaria (non settoriale) del sapere. Adottando una prospettiva ampia e plurale, questo libro fornisce in maniera critica le coordinate di riferimento per lo studio dell'innovazione democratica e dei fenomeni sociali e politici che interagiscono con essa.